giovedì 18 dicembre 2008

Panettone sotto inchiesta

panettone rifiuti ,

No, stiano pure tranquilli i pasticceri milanesi…non è quel panettone lì ad essere sotto inchiesta. Ma il panettone che dal 2002 è situato a poche centinaia di metri dalla discarica di Lo Uttaro. Un enorme panettone contenente, udite udite, 22.000 tonnellate di rifiuti!

La montagnola per niente verde e profumata, è ricorperta da una geomembrana nera, un grosso telone insomma. Ricopre tonnellate di rifiuti raccolti in questi anni, tra cui anche quelli della prima Notte Bianca di Napoli. Ebbene, questo telone si è bucato in più punti…chiaramente non da solo. Conseguenze? Fuoriuscita di biogas e percolato…non proprio essenza di rosa…A breve la Procura di Santa Maria Capua Vetere metterà l’area sotto sequestro, così come già avvenuto per Lo Uttaro (discarica più volte chiusa e riaperta, e ormai satura). Ma torniamo alla geomembrana. Costò 30.000 euro, soldi che dovevano essere rimborsati dal commissariato per l’emergenza, ma che mai sono arrivati. Anche perchè il dirigente a cui era stata indirizzata la richiesta di rimborso è stato arrestato nel corso dell’inchiesta sulle infiltrazioni della Camorra nella Ce4 (il consorzio del litorale domizio). La zona, compresa anche Lo Uttaro, doveva essere bonificata già un bel pò di tempo fa….e qui viene il bello! Chi la deve bonificare? E boh! C’è chi dice debba essere la Fibe (azienda del gruppo Impregilo, mmm questo nome non mi è nuovo…), formalmente proprietaria del panettone; altri dicono che dovrebbe essere il commissariato per l’emergenza; altri la Acsa Ce3, il consorzio che si occupa di smaltimento rifiuti e raccolta differenziata. Mentre continuano a rimpallarsi le responsabilità, il Panettone rimane lì, pur essendo nato come “soluzione provvisoria”, a sversare schifezze nei terreni, a rendere l’aria irrespirabile. [Notizie riprese dall'edizione casertana de"Il mattino"del giono 28/2/08]

Inoltre credo ci siano problemi anche per il sito di stoccaggio di Marcianise, visto che sono già 4 giorni che la munnezza sosta nelle strade del paese…Ma noi siamo fortunati, in altri paesi della provincia di Caserta (tipo San Nicola La Strada) i giorni ormai sono diventati mesi........

Nessun commento: