lunedì 9 febbraio 2009

Dal satellite agli abissi marini con Google Oceans

google-earth-324x230

Con Google a caccia dei misteri dei fondali. Dopo 'Google Earth', il software che attraverso fotografie satellitari offre la mappatura della Terra, è arrivato adesso questo software che è  una nuova versione di Google Earth 5.0.

Esso  permetterà di conoscere dati e topografia del mondo sottomarino, ma anche di studiare gli effetti del riscaldamento climatico sull'ecosistema, offrendo inoltre la possibilità di creare dei propri tour tutto i 3D.

Grazie alla sua funzione ci si potrà:

  • Immergere nelle acque e visitare la zona più profonda dell'oceano, la fossa delle Marianne

  • Esplorare l'oceano con i massimi esperti marini, compresi National Geographic e BBC.

  • Apprendere tutti i dettagli su osservazioni oceaniche, cambiamento climatico e specie a rischio d'estinzione.

  • Scoprire nuove destinazioni per i tuoi viaggi, le località migliori per il surf o le immersioni e l'ubicazione dei relitti marini.

E se non è abbastanza, ecco la funzione più intrigante del nuovo Earth: la macchina del tempo. Questa opzione permette di muovervi in un lasso di tempo, fino agli anni Quaranta, per vedere com'è cambiata la Terra nel tempo.
E ancora Marte in 3D e 'Gps tracking', per tracciare rotte personali. Navigando nel tempo e stavolta davvero sotto le acque.

Link: http://earth.google.it/ocean/  isola-del-giglio-fondali-marini1

Nessun commento: