sabato 16 gennaio 2010

Dietro l'ombra del nulla

ombre1138

Cammino in un mondo che non ha occhi per me. Nessuno mi vede. Nessuno mi sente. Nessuno mi sfiora. Nessuno mi prende per mano. Nessuno m'abbraccia e mi tiene stretta a se.
Anche la vita mi passa accanto senza guardarmi. Anche il tempo mi snobba e continua la sua corsa senza aspettare che io m'adegui al suo passo.
Tutto m'attraversa senza toccarmi. Come se fossi fatta d'aria. Come se non possedessi carne e sangue. Come se non esistessi.
Eppure sono qui. QUI! Non sono trasparente! Non sono fatta di vetro. Non sono un oggetto inanimato. Non sono un soprammobile da buttare via. Ed allora perché nessuno mi si avvicina come vorrei? Perché nessuno mi parla? Perché nessuno riesce ad andare oltre alle apparenze e toccare il mio cuore?
Tutto rimane in superficie. Nulla raggiunge la profondità dei miei sentimenti, mentre, invece, avrei bisogno di un contatto più intrinseco con la vita che mi circonda e con le persone che mi sono accanto.
Forse sono io che sono sbagliata. Sono io che non funziono come dovrei. Sono io che ho paura di essere toccata. Io che ho paura di sanguinare. Io che ho paura d'amare e di soffrire. Io che ho paura di vivere e mi nascondo dietro l'ombra del nulla...

Nessun commento: