domenica 4 gennaio 2009

POESIE

Di seguito, due POESIE Bellissime dell'Autrice Nunass
Non mancate di visitare il suo sito, stupende poesie per voi:

http://sifossiacqua3.splinder.com/


L'EQUILIBRISTA

acrobata
Improvvisamente mi ritrovo a fare l'equilibrista.
Cammino sulla lama sottile e acuminata del destino.
Alla ricerca di un equilibrio oramai precario ed improbabile,
sospesa trala realtà e la fantasia.
Sotto il vuoto assoluto, niente rete,
per salvare la mia pelle, è un salto nel buio,
nell'incertezza...
Ogni giorno, passo dopo passo,
con la paura di cadere, divido la mia vita diquà e di là.
Da una parte c'è la mia vita reale
ma al tempo stesso "finta",
dove gravita il mio quotidiano,
persone che amo e quelle che non amo più.
Dall'altra tutti i miei Sogni, l'Amore che mi rende viva,
quello che spero sarà il mio futuro felice.
Ma non posso, ora come ora, prendere il volo,
e allora mi barcameno in questa esistenza,
disperatamente, in cerca di quell'equilibrio.
Un equilibrista, metto in gioco la mia vita,
ma Tu mi darai il coraggio necessario,
la speranza e la certezza per potermi infine
lanciare tra le tue braccia......



QUANDO SONO CON TE SI COLORA IL MONDO...
Autrice: Nunass
http://sifossiacqua3.splinder.com/


Ferrero_Tristezza

Nella solitudine più nera
Osservo impotente
i miei sogni cadere
Come stelle di cristallo
Precipitano una dopo l’altra
S’infrangono sul suolo della nuda realtà.
La collera di chi non ha dimenticato
La rabbia di chi non mai perdonato
scuote l’universo che mi circonda
per farlo crollare.
Infinite volte ho chiesto perdono
Ma per chi non vuole ascoltare
Non esistono parole.
In questa casa che è oramai solo una prigione

L’angoscia e la paura
Sono spietati aguzzini
Il silenzio è un urlo senza voce.
Come un condannato
Attendo una sentenza senza appello
Rinchiuderai il mio cuore
Tra le sbarre dei ricordi
Guarderò il mio Sole
Sorgere e tramontare
Il suo calore
La sua luce
Saranno indelebili nella mia memoria.
Distruggi pure questo sogno
Fai a pezzi la mia vita
Il tuo odio è un uragano
Che si abbatte anche su quelle anime innocenti
Che tu stesso hai generato.
Fuggire lontano non servirebbe a nulla
Sarai un ombra che mi seguirà ovunque
Placherai la tua ira solo mio sangue.
E sanguina questo cuore mio
Si spegne lentamente, inesorabilmente
Agonizza l’anima
Riversa in questo fiume di veleno.
Rivivo nel passato
Immagini, parole che ero riuscita a seppellire
Ora risorgono come orribili fantasmi
E mi mostrano un futuro amaro
In cui non avrò pace
È questa l’atroce condanna.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissime queste due poesie......grazie di averle postate.

eli62 ha detto...

sono belissime queste poesie mi anno fatto capire che la sofferenza non e solo mia ma cè ne anche dali altri baci elena