martedì 29 settembre 2009

Sisma L'Aquila:individuata faglia origine; rischio nuovi terremoti.

Il terremoto che ad aprile ha distrutto L'Aquila e provincia, uccidendo quasi 300 persone, è stato originato dalla faglia di Paganica, e potrebbe essere seguito da nuove scosse nella regione.

Il presidente Usa Barack Obama all'Aquila con il premier Silvio Berlusconi

Terremoto

E' quanto emerge in uno studio dei ricercatori dell'Università di Oxford e dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters.

La faglia di Paganica -- a cui, usando diverse tecniche, i ricercatori hanno ricondotto il sisma di magnitudo 6.3 -- si riteneva fosse meno pericolosa di altre.

"Il terremoto ha poi inflitto mutamenti di tensione ad altre faglie vicine, portandone alcune, in particolare quelle di Montereale e Campotosto, vicine al cedimento", spiega il team guidato da Barry Parsons. Nella regione, si legge nello studio, perdura un "rischio sismico".

Nel terremoto di aprile sono morte 297 persone, 1.000 sono rimaste ferite e 66.000 sono rimaste senza casa.

Le due faglie più pericolose - spiegano i ricercatori - si trovano vicino a Campotosto e Amatrice, e potrebbero aver causato alcune forti scosse di assestamento tre giorni dopo il sisma. Lo studio si può leggere all'indirizzo http://dx.doi.org/10.1029/2009GL039337.

Terremoto: Nuova Scossa Nell'Aquilano, Magnitudo 2.4

Technorati Tag: ,

L'Aquila, 28 set. - Dopo quella delle 14.43 (magnitudo 2.2) un'altra scossa sismica e' stata registrata alle 17.22 nell'aquilano dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. La magnitudo e' stata di 2.4. I centri limitrofi all'epicentro sono stati Fossa, L'Aquila ed Ocre.

1 commento:

Ruby ha detto...

Miseriaccia!
Occorrerebbe davvero sapere le zone più a rischio ed evitare di costruirci, poichè ahimè ritengo che ben poco si possa fare con costruzioni anti-sismiche. :-(