domenica 4 ottobre 2009

Il diritto all'amore

ebdccc9f9cf6b42f9244edeia2 

Nessuno ha il diritto di far sentire qualcun altro colpevole del suo orientamento sessuale,

di essere sterile, separato o divorziato.

Nessuno può far sentire nessun altro INFERIORE o meno degno di un altro.

Nessuno può chiederci di rinunciare, al sesso o all'amore.

Già fa male, quanlunque percorso la vita ci ha imposto.

Un padre dovrebbe comprendere, consolare, accogliere, non condannare.

La chiesa non dovrebbe essere un giudice.

Ognuno ha il diritto di esistere, in quanto creazione.

E siamo tutti creati dalla stessa sostanza del Padre.

Contro natura non esiste. E' natura.

Quella che vogliono imporci è cultura.

La cultura della colpa.

Il sesso rende felici quando espresso opportunamente,

quando vissuto con consapevolezza e scelta.

Si può essere colpevoli di ferire, uccidere, criticare, non di amare.

Dal 1973 l’omosessualità è stata cancellata dai disordini psichiatrici.

2 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Dopo la nebbia..spero in un raggio di sole.

UIFPW08 ha detto...

E se non arriverà guarderò il cielo cupo di tristezza e chiederò di te..tornerà la primavera ai miei occhi e sarà bellissima.